mercoledì 1 novembre 2017

Mariarosa

La piccola sbroccata timballa tutto come se non ci fosse un domani.

lunedì 30 ottobre 2017

Mai 'na gioia

È una Madonna grassa di un qualche pittore rinascimentale, il cui nome mi sfugge perché l'ho rimosso due secondi dopo avergliela rippata alla maniera punk. Il mio modo di interpretare un'idea di Agnese Ferruzzi, che quest'estate mi parlò di volerne fare una maglia benefit per i detenuti. Io ci sono stato e anche la maglia c'è, anzi è diventata pure felpa e canotta, in tanti colori e in tante diverse taglie, bontà di Romolo Otello Lontano e della gloriosa Screamprinting Serigrafia. Inutile dirvi che nella versione indossabile il pianto della Madonna - da non confondere con l'omonima laude di Jacopone Da Todi - è rosso pomodoro.

Manifestate la vostra solidarietà attiva contattando Agnese e agghindandovici.





venerdì 20 ottobre 2017

Gabriel

Qui sembra un po' Mastroianni ma è Gabriel Cacho Millet, "campaniano de corazón": il più grande studioso di Dino Campana che abbia mai vissuto, amico mio e di Rocco Lombardi, pilastro fondamentale senza il quale il nostro graphic novel sarebbe stato impossibile. L'ho ricordato per iscritto nel volume a lui dedicato che è stato presentato sabato 14 ottobre al Centro Studi Campaniani "Enrico Consolini" di Marradi, con il saluto del Sindaco e gli interventi del Presidente Mirna Gentilini e di Roberto Maini, già direttore della Biblioteca Marucelliana di Firenze. Nel volume di cui sopra è incluso anche il ritratto che vedete. Ringrazio infinitamente per l'invito, perché mi ha dato la possibilità di mettere qualcosa in mezzo al vuoto telefonico e alla mancanza, che - senza retorica - si sente forte e chiara.
 
P.S. Nelle foto della serata - riportate dalla pagina Facebook del Centro Studi Campaniani - Margarita Casal Dotti, la moglie di Gabriel, riceve copia della pubblicazione.
 
 
 
 
 

mercoledì 4 ottobre 2017

On Suspiria and Beyond

Dirige la mia mano in questo nostro diciamo selfie il Maestro Luciano Tovoli, direttore della fotografia con Antonioni, Ferreri, Scola, Comencini, Citti, Dario Argento, e chi più ne ha più ne metta.

Quest'estate abbiamo lavorato insieme a un suo progetto: riguarda la sua fotografia di "Suspiria" di Dario Argento, e consiste in tre illustrazioni tecnicamente esplicative (con la giusta dose di humour) di una lunga intervista che uscirà nel book On Suspiria and Beyond, a cura di Valentina Valente e Piercesare Stagni per l'editore Artdigiland.

Il libro, tascabile e preordinabile QUI, sarà lanciato sul mercato in concomitanza con un'edizione blue ray del quarantennale di "Suspiria", restaurata a regola d'arte con la supervisione dello stesso Tovoli e prodotta dall'americana Synapse Films.
 
Appassionati dell'horror, non perdetevi né il film né il libro, perché quella che vi viene offerta è l'occasione definitiva di rivederlo al massimo del suo splendore originario, e contemporaneamente di conoscere nel dettaglio i segreti della sua complessa realizzazione.

Per averci messo in contatto, ringrazio di cuore un amico: Lorenzo Tovoli, che lavora a sua volta nel cinema e di Luciano è il figlio, ma è noto ai punks d'Italia per i Klaxon.
 
 
 

domenica 3 settembre 2017

L'acqua non muore mai - part 2

La Repubblica Bologna, nella persona e nella penna di Rosario Di Raimondo, che ringrazio, sul lavoro a fumetti del sottoscritto e di Rocco Lombardi in collaborazione coordinata con il Policilinico Sant'Orsola e il festival "Le parole necessarie" del Centro di poesia contemporanea dell’Alma Mater. Per conto di quest'ultimo ci ha convocato l'ex direttore Valerio Grutt, che ringraziamo di cuore per l'invito. Il tema, spinoso e ben noto all'interno di moltissimi nuclei familiari, è l'Alzheimer: dai risultati di alcuni test cognitivi scelti dallo staff medico, il testo della nostra storia.

Lamette Comics / Simone Lucciola e Rocco Lombardi - Campana back together, per una buona causa.

E da Bulagna per ora è tutto, ma prima ancora due anteprime rispetto al post precedente sull'argomento.



venerdì 1 settembre 2017

Better Call Saul

Terzo pezzo - in blu - per il trittico di Marco Matarese: più un tributo alla nostra adolescenza, suppongo, ma in fin dei conti filtrato attraverso gli anni, l'eroina e l'alcool che tutto imbolsiscono, ragion per cui ogni scarpa diventa scarpone, ma veste e suona come venti e passa anni fa. E veste t-shirt XXL, però gustose.
 

mercoledì 9 agosto 2017

Monsieur Nadar

Il padre di tutti i selfie: da un autoritratto fotografico di metà ottocento di Monsieur Nadar, dio assoluto della camera oscura, per lo studio Elephant Lab fotografia della mia amica Ilaria Tortoriello.

Tra le imprese impossibili del geniale roscio di Parigi: fotografarsi su un pallone aerostatico, fotografare da un pallone aerostatico, fotografare una rotazione di 360° della propria capoccia, fotografare la totalità della storia - dell'arte e non - che lo circondò.

Mica pizza e fichi.